Regione Sardegna

La Sardegna non corrisponde invece al modello più o meno comune alle regioni meridionali e tutto sommato è più vicina a quanto accade in certe aree dell’Italia centrale, cui del resto è tradizionalmente legata sul piano migratorio: per tutta l’età moderna e parte di quella contemporanea i pastori sardi si recarono nella Maremma laziale e toscana, mentre braccianti e tagliaboschi toscani varcavano il mare nel senso opposto. Le partenze dall’isola per mete lontane furono invece tardive e poco numerose, tranne che per l’Africa con la quale vi era un contatto antico. Tra il 1876 e il 1925 abbiamo infatti circa 125.000 espatri, con un’accelerazione tutta novecentesca: nel 1901 infatti partirono più di 17.000 sardi e il flusso s’irrobustì soprattutto dopo il 1905. La prima meta fu Marsiglia, da dove quasi i due terzi degli emigranti si spostarono anche verso altre zone europee o nell’Africa francese, mentre il restante salpò per le Americhe (in primo luogo l’Argentina e poi gli Stati Uniti). Nei decenni seguenti alla grande guerra si assestarono alcuni flussi interni, per esempio verso il Lazio e soprattutto Roma, ma dopo la seconda guerra mondiale ripresero le correnti verso l’estero, in particolare verso le miniere del Belgio e l’area circostante Monaco di Baviera, più tardi verso la Germania interna e la Svizzera. Negli anni 1955-1970 l’esodo fu massiccio e coinvolse almeno 400.000 partenti (il numero è incerto per la preferenza accordata alla partenza clandestina). Inoltre fu soprattutto operaio: la crisi dell’industria locale spingeva a cercare lavoro altrove. A partire dagli anni 1960 gli espatri furono decisamente inferiori ai trasferimenti nell’Italia settentrionale, soprattutto verso Genova, Milano e Torino, e nella capitale: nel 1971, per esempio, su 9.235 sardi che abbandonarono l’isola soltanto 2.860 varcarono i confini italiani. A partire dagli anni 1970 le partenze per l’estero diminuirono ulteriormente, mentre calarono pure quelle italiane, tuttavia numerose fonti menzionano la ripresa dell’emigrazione clandestina. Complessivamente e con la sola eccezione del quindicennio 1955-1970 l’emigrazione sarda non fu mai cospicua e tuttavia fu percepita con preoccupazione sin dal primo Novecento. In effetti si partiva per la miseria, ma da una regione pericolosamente sotto-popolata.


Politici, Presidenti consulte e responsabili regionali in materia di emigrazione

Maria Valeria Serra
Assessore al Lavoro, Formazione Professionale, Emigrazione
e-mail: lav.assessore@regione.sardegna.it

Dott.ssa Anna Cau
Resp. Settore Emigrazione-Immigrazione
Assessorato del Lavoro
Servizio Cooperazione, Sicurezza Sociale, Emigrazione e Immigrazione
via XXVIII febbraio,1 - 09131 Cagliari
orario pubblico: lun.ven. 11.00 > 13.30 - 17.00 >18.30
tel. 0039+070 6065515
fax. 0039+070 6065635
e-mail: acau@regione.sardegna.it


Elenco degli enti e delle associazioni sul territorio regionale

 
Regione Sardegna - Portale Web Sardegna Migranti
Regione Sardegna -Messaggero Sardo Societa’ Cooperativa A R.L.

Dal 1876 al 2005 sono emigrate dalla Sardegna complessivamente 281.528 persone. Dal 1905 al 2005 sono rientrati in Italia 131.819 emigrati sardi. Viene qui riproposta l’intera serie storica statistica di espatri e rimpatri dalla e per la Sardegna.

ESPATRI RIMPATRI

ANNOESPATRIRIMPATRI
187628
187720
187816
187923
188016
188168
1882205
1883148
1884119
1885208
1886265
1887138
188882
1889100
1890104
189188
189266
189389
1894107
1895150
18962510
18972760
189858
189973
1900694
19012182
19023382
19032436
19044572
19052801111
19066672166
190711659236
19086575494
19095630438
191010663760
191153591310
191291311375
1913122741303
191453511534
19159372521
191611281657
1917510579
1918368217
19193573339
ANNOESPATRIRIMPATRI
19206621357
192111021308
19221893712
19233161676
19243786748
192532451038
192621521159
19271066912
1928558658
19291128650
19301194828
19311307999
1932832981
1933566814
1934365684
1935268535
1936180415
1937312546
1938243605
1939811831
194019672
19412646
19426305
1943
1944
1945
1946166348
19473181675
194834111225
194920521204
1950948528
19512714652
19524099797
195315921492
195420551611
195532301718
195645962467
195752332731
195846291929
195938501658
196077421634
196194482362
196289314529
196340204153
ANNOESPATRIRIMPATRI
196444662965
196547933526
196639673930
196731643370
196833342688
196932092585
197026542195
197128602100
197222202331
197316402033
197414162120
197510632621
197612502269
19779431705
197813151556
197915661359
198017691485
198118021742
198219441836
198316631778
198417191811
198514111415
19869901144
19878541419
19888101296
198918781282
19901317960
1991859907
1992935964
1993610992
199420011211
1995801747
1996837737
19971239736
19981154803
19992352815
20001602869
20011679819
20021037883
200311051165
200412431126
20051238992
TOTALI281528131819

SARDI ALL'ESTERO 2008-2006

200820072006
v.a.%v.a.%v.a.%
93.497 2,5 92.346 2,6 83.963 2,7

SARDI ALL'ESTERO. PRIMI 5 PAESI - 2008

PAESIV.A.
Germania27.184
Francia23.110
Belgio12.126
Svizzera7.274
Paesi Bassi6.040
Altri17.763
TOTALE93.497