Muoversi in condizione Italia pronto per gli acquirenti

Per l’acquirente determinato con una forte visione e buone capacità di miglioramento della casa, la vendita di case italiane fatiscenti per la cifra simbolica di un euro è stata un regalo. Altri, per i quali appendere una mensola è uno sforzo per le loro abilità da tuttofare, potevano solo guardare con invidia.

Questo fino ad ora. Diversi villaggi stanno offrendo case che sono pronte per il trasloco. Il prezzo è un po’ più alto, a partire da 10.000 euro o 12.000 dollari, ma questo permette agli acquirenti di avere un posto che si può chiamare proprio senza doversi preoccupare di aggiungere un nuovo tetto o pareti.

Carrega Ligure nel nord del Piemonte e Latronico a sud, hanno creato piattaforme online dove gli acquirenti possono vedere foto, mappe e dettagli di edifici vecchi o abbandonati in vendita e mettersi direttamente in contatto con il proprietario.

Il minuscolo borgo montano di Carrega Ligure, che attualmente ospita appena 90 residenti, è a cavallo tra le regioni Piemonte, Liguria ed Emilia Romagna. Si vendono case estremamente economiche e pronte per essere occupate, accanto ad altre parzialmente ristrutturate che hanno bisogno di un totale restyling. Situata sugli Appennini ad un’altitudine di 3.100 piedi, la città si estende per circa 22 miglia quadrate sparse in 15 frazioni abitate. Basti dire che la densità di popolazione è bassa. In uno dei quartieri, ci sono solo due residenti. Le famiglie di agricoltori e pastori hanno abbandonato le loro case molto tempo fa per emigrare all’estero o per trasferirsi nelle grandi città. Offre grandi panorami, aria fresca e dintorni incontaminati. Il paese non ha bar, supermercati, negozi o ristoranti. Un’auto o un altro veicolo è essenziale per spostarsi. Il consigliere locale ed ex sindaco Marco Guerrini, dice che pubblicizzare le vendite di case private su un sito web gestito dal municipio assicura che le proprietà raggiungano un più ampio bacino di acquirenti.

“Stiamo dando loro uno spazio online per la visibilità, altrimenti nessuno saprebbe dove e come trovare queste case abbandonate”, ha detto Guerrini.

Carrega Ligure è attualmente sede di soli 90 abitanti e ha un sacco di proprietà in vendita, comprese le case pronte per essere occupate e i “fixer uppers”.

Coloro che si avventurano nel paese troveranno un luogo congelato nel tempo, dove molte vecchie tradizioni rurali vivono ancora. La gente del posto parla un dialetto vicino al genovese. Le mulattiere portano a uno spettacolare castello a strapiombo. Nel Medioevo, il villaggio fungeva da nodo strategico lungo l’antica via del sale utilizzata dai commercianti medievali. Era un crocevia di pellegrini, monaci, commercianti e pastori di asini. Vecchi mulini sorgono lungo torrenti incontaminati con canyon, valli verdi e foreste profonde. I pastori lavorano ancora qui, anche se l’agricoltura si è estinta da tempo.

L’emigrazione degli anni ’50 e ’60 ha quasi svuotato i quartieri. Le vecchie famiglie locali tornano solo nei fine settimana o nelle vacanze per aprire le loro case di famiglia. Tutti in città si conoscono o sono in qualche modo imparentati.

“Tutto quello che troverete qui è un ottimo posto per disintossicarsi e staccare la spina, nessun inquinamento e un paesaggio spettacolare”, dice Guerrini, che ha lanciato l’iniziativa delle case online per aiutare i suoi abitanti.

Qualche anno fa, Carrega aveva tentato senza successo di vendere case fatiscenti per un euro, ma ha dovuto rinunciare quando i vecchi proprietari si sono rivelati troppo difficili da rintracciare. O erano emigrati o c’erano troppi eredi da localizzare.

“Siamo arrivati a quest’altro approccio quando siamo riusciti a coinvolgere i vecchi proprietari e a convincerli a unire le forze per recuperare il paesaggio urbano. Le case in vendita non sono fatiscenti; molte sono in buona forma e i proprietari sono di solito persone che vivono ancora nelle vicinanze, ma non usano più la loro casa di famiglia”, ha detto l’ex sindaco.

La città di Latronico nella Basilicata meridionale.

Il sito web da visitare è www.comune.carregaligure.al.it/wordpress/category/annunci-immobiliari/ Gli acquirenti interessati possono inviare un’e-mail al comune all’indirizzo [email protected] e i funzionari inoltreranno i contatti diretti. Una villa in pietra pronta per l’uso venduta a 14.000 € ha una superficie di 870 piedi quadrati divisi su due piani ed è stata completamente ristrutturata. La zona superiore è totalmente rinnovata con pavimenti in cotto antico e pareti dipinte di recente. Il piano terra, con un’ampia cantina, è semi-ristrutturato. È importante che la casa abbia elettricità e acqua corrente.

Un’altra vecchia abitazione di pastori a più piani di 990 piedi quadrati costa 10.000 euro, ma richiede alcuni lavori, che secondo Guerrini sarebbero nell’ordine dei 20.000 euro. Egli dice che gli acquirenti potrebbero esplorare nuove regole volte a sostenere gli investimenti sostenibili. Guerrini garantisce tasse locali molto basse.

“Questa casa ha spessi muri di pietra, una cantina enorme che era la stalla, armadi a muro, stufe e soffitti in legno. Ha più di 100 anni”, dice il proprietario Pino Ballestrasse. “Apparteneva ai miei nonni. La struttura esterna e le pareti sono in buona forma, purtroppo non la usiamo più ed è vuota da molti anni. Viviamo in un’altra casa nelle vicinanze e siamo felici di incontrare gli acquirenti interessati e discutere un buon affare”.

Guerrini e i proprietari sottolineano che i prezzi sono negoziabili, in particolare se gli acquirenti interessati guidano fino al villaggio di montagna per dare un’occhiata. Dice che il municipio ha già aiutato alcuni stranieri in visita a partire con le chiavi di una nuova dimora. “Questa mossa ha dimostrato di avere successo. Le persone anziane che sono attaccate alle loro proprietà e alla loro città natale preferiscono essere sostenute dalle autorità locali nelle procedure di vendita”.

Carrega si anima d’estate, quando i visitatori affollano la città per soggiorni o pranzi accoglienti con la gente del posto. Le specialità alimentari della zona includono ravioli fatti a mano, gnocchi, formaggio, zuppe di castagne e funghi e torte verdi con spinaci selvatici e ortica.
Latronica è divisa in due parti, il vecchio quartiere superiore Capadavutu, dove si trova la maggior parte delle case in vendita e la zona inferiore Capabbasciu.

Chi preferisce il sud Italia può optare per Latronico, una pittoresca cittadina collinare in provincia di Potenza, Basilicata, dove le autorità locali hanno lanciato la piattaforma online “La tua casa a Latronico” www.casa.latronico.eu/en/ per aiutare i proprietari a incontrare gli acquirenti. Vengono pubblicizzati anche gli affitti. “Attraverso questa finestra virtuale vogliamo far incontrare l’offerta con la domanda”, dice il vicesindaco Vincenzo Castellano. “Le persone possono visionare e scegliere l’immobile più adatto a loro. Ed è in continuo aggiornamento. La gente del posto continua a emigrare, quindi si aggiungono regolarmente altre case”.

Latronico sta affrontando una corsa contro il tempo per ripopolarsi. Attualmente ha 4.000 residenti, ma ogni anno la popolazione scende di circa 70 persone. “Quando i vecchi muoiono, i discendenti degli emigrati non tornano nemmeno d’estate; la loro casa di famiglia giace abbandonata, chiusa e decadente”, aggiunge Castellano. “I tubi dell’acqua scoppiano, la muffa e la polvere si accumulano. Non ha senso tenere immobili vuoti e morenti come beni congelati, così abbiamo deciso di coinvolgere vecchi proprietari che hanno mostrato interesse per questo progetto e sono desiderosi di collaborare al recupero del paesaggio urbano.”

I prezzi medi, che Castellano dice che sono tutti negoziabili, si aggirano tra i 10.000 e i 30.000 euro, a seconda dello stato della proprietà. Alcuni sono pronti per essere occupati, altri sono parzialmente ristrutturati. Per incentivare le vendite di edifici fatiscenti, il comune promette zero tasse per dieci anni per chiunque investa 20.000 euro in riparazioni e ristrutturazioni.

La regione circostante, la Basilicata, è forse l’area più fuori dai sentieri battuti e sotto i radar d’Italia. Molti dei suoi villaggi di montagna sono tesori nascosti.

“Siamo all’interno dell’incontaminato Parco Nazionale del Pollino a 2700 piedi di altitudine”, dice Castellano. “Dimenticatevi lo smog e il rumore. L’aria è fresca e salutare e abbiamo persino le terme. Recenti studi condotti nel nostro territorio hanno dimostrato che i livelli di inquinamento sono praticamente a zero. Inoltre, la famosa località balneare di Maratea è vicina”.

I sentieri di trekking si snodano fino al Monte Alpi a tre cime, tagliando faggi e boschi di abete bianco punteggiati da piante di fragola, funghi e cespugli di more. Le colline rocciose presentano fossili di pesci, grotte primitive, canyon e vecchi luoghi di sepoltura un tempo frequentati dai monaci. Il villaggio è diviso in due parti, il vecchio quartiere superiore di Capadavutu, dove si trovano la maggior parte delle case in vendita, e la zona inferiore più nuova di Capabbasciu. Ci sono sontuosi portali in pietra e marmo adornati con decorazioni di fiori e animali, eleganti cortili e palazzi e santuari votivi nascosti nei vicoli.

Un’accogliente abitazione a due piani, pronta per essere occupata, con vista panoramica, scala in legno, pavimento in maiolica e pareti appena dipinte, viene venduta per 12.000 euro. Mentre una villetta in pietra più grande, totalmente ristrutturata e rinnovata, con due ingressi e una terrazza che si affaccia sulla piazza principale costa 32.000 euro.
Situato sugli Appennini, il comune di Carrega si estende per 22 miglia quadrate ed è sparso in 15 frazioni abitate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*